Nuovo regolamento europeo sui droni

Il nuovo regolamento europeo sui droni è in dirittura d’arrivo e verrà ufficializzato nei primi mesi del 2019. In vista di questo fondamentale incontro, l’ EASA (European Aviation Safety Agency) e l’ ENAC presenteranno ufficialmente agli operatori italiani le molte novità della normativa comunitaria in circostanza della prossima “Roma Quadricottero Conference 2019” , che si svolgerà lunedì diciotto marzo 2019 presso l’Auditorium del Centre Saint-Louis, nel pieno centro storico di Roma e vicino a Montecitorio e Edificio Madama.

nuovo-regolamento-europeo-sui-droni.jpg

“Abbiamo deciso questa prestigiosa location anche per favorire la presenza dei parlamentari di Camera e Senato, specialmente delle Commissioni competenti come quelle dei Trasporti e della Difesa, che saranno invitati assieme ad alti dirigenti di ministeri ed enti interessati” , spiega il presidente di Roma Drone, Luciano Castro . “Intendiamo offrire così un servizio di informazione e di aggiornamento a tutta la drone community italiana, che presto dovrà regolarsi con le nuove norme europee, modificando le proprie attività e anche rivedendo i programmi per il futuro”.

Il programma della “Roma Drone Conference 2019” , sesta edizione della manifestazione che si svolge dal 2014 nella Capitale, prevede nella mattina un approfondito congresso sul nuovo Regolamento europeo sui SAPR, tenuto dai massimi esperti di EASA e ENAC , che potranno anche rispondere agli interrogativi degli operatori italiani.

Nel pomeriggio, è prevista una Tavola rotonda sul tema “L’Italia dei droni: un mercato in difficoltà. Come superare la crisi? ” , che vedrà la partecipazione dei rappresentanti delle maggiori Associazioni di settore ( ASSORPAS, FIAPR e AOPA Italia ).

“Il bilancio di questi 5 anni, dopo la pubblicazione nel dicembre 2013 della prima edizione del Regolamento ENAC sui SAPR, sfortunatamente non è positivo” , sottolinea Castro. “Il comparto, fatte determinate eccezioni, è in indiscutibile difficoltà: tante imprese hanno chiuso e altre sembrano destinate a seguirle. È essenziale quindi ‘fare sistema’ e incalzare le autorità di governo a sostenere questo mercato per consentirgli di operare e di progredire come avviene negli altri Paesi europei”.

Per maggiori informazioni sul nuovo regolamento europeo sui droni potete visitare il sito www.romadrone.it .

(Visited 5 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *